FANDOM


A un certo punto, Magnus si innamorò di qualcuno e, per la prima volta nella sua lunga vita, rimase con il suo amante per tutta la vitamondana della ragazza. Anche per trent'anni dopo, Magnus non è ancora passato dal dolore, anche se era diventato tollerabile, ed era ancora in vacanza, alla ricerca di avventure in posti come il Perù , incapace di sistemarsi da qualche parte con il pensiero del suo defunto amante ancora pletteralmente nel mezzo quando il conte Axel von Fersen gli si avvicinò e gli chiese di aiutare la famiglia reale di Versailles. Incantato dal Conte, Magnus acconsentì ai suoi piani in cambio di una cena con lui, e i due divennero amici.

Citazione:

"Tu puoi darmi il passato ma Alec è il mio futuro"
— Magnus a Camille[fonte]
Magnus Bane è il Sommo Stregone di Brooklyn. Avendo più di quattro secoli, la sua vita si è intrecciata con diversi Shadowhunters e Nascosti nel corso dei secoli.

Biografia Modifica

Primi anni Modifica

Magnus nacque da una donna dalle origini olandesi e il Principe dell'Inferno Asmoedeo nel XVII secolo in Giacarta, Indonesia, conosciuto all'epoca come Batavia delle Indie orientali olandesi.

Appena nato era apparentemente normale, solo con degli insoliti occhi d'ambra. 

 Magnus era cresciuto in una fattoria con sua madre e suo marito, entrambi lo allevarono con amore. Tuttavia, quando videro il marchio di Magnus si resero conto che era il figlio di un demone ed entrambi iniziarono a temerlo. Magnus si disprezzava e sua madre poco dopo si impiccò nel granaio. Quando aveva dieci anni suo patrigno tentò di annegarlo, ma fu bruciato da Magnus che lo colpì con i suoi poteri. Fu allevato da uomini di chiesa e dai fratelli silenti di Madrid, in Spagna. In Spagna incontrò e salvò Catarina Loss che stava per essere bruciata con l'accusa di essere una strega, e i due diventarono amici. 

 In qualche modo, Magnus ha fatto amicizia con suo padre, Asmodeo. Consapevole dell'influenza di suo padre, Magnus di tanto in tanto sollevò il suo potere e la sua notorietà e lo usò a suo favore. Magnus, essendo uno stregone molto abile e potente, iniziò a caricare i suoi servizi abbastanza giovane, ancor prima di diventare uno stregone adulto. Sebbene avesse solo meno di vent'anni, aveva già iniziato a mentire sulla sua età, sostenendo di avere centinaia di anni, e di conoscere personaggi storici come Giulio Cesare e certi oracoli, per aumentare la fiducia dei suoi clienti in lui.  

A un certo punto, Magnus si innamorò  per la prima volta nella sua lunga vita, rimase con la sua amante, Etta per tutta la vita mondana della ragazza. Anche per trent'anni dopo, Magnus non è ancora passato dal dolore, anche se era diventato tollerabile, ed era ancora in vacanza, alla ricerca di avventure in posti come il Perù , incapace di sistemarsi da qualche parte con il pensiero della sua defunta amante ancora pungente.

Avventure Modifica

Nel 1791 , costrinse il suo amico Ragnor Fell a recarsi in Perù con lui. Girarono per la città di Lima e infine andarono ad Arequipa, una delle città preferite di Magnus in Perù. Lì, una donna di nome Guiliana li guidò attraverso la foresta pluviale, dove Magnus fu inseguito da una scimmiao maschio dominante, a cui riuscì a malapena a fuggire.


Più tardi Magnus fu assunto da Edmund García, un ricco mercante peruviano, che voleva il suo aiuto per spostare il suo carico di guano. Infuriato alla scoperta che il guano erano, escrementi di uccelli, e che cadevano accidentalmente nella stiva, Ragnor finì col lanciare un attacco magico a bordo che avrebbe affondato la nave e il carico, rendendoli entrambi sporchi e non pagati.

Nel giugno dello stesso anno, durante il periodo della rivoluzione francese, Magnus si stava divertendo a Parigi , la città che abbracciava ampiamente i suoi principi di moda. Fu catturato nel mezzo quando il conte Axel von Fersen gli si avvicinò e gli chiese di aiutare la famiglia reale di Versailles. Incantato dal conte, Magnus acconsentì ai suoi piani in cambio di una cena con lui.

La notte della fuga, dopo aver modificato con successo l'aspetto di Maria Antonietta, la regina finì per perdersi e incappò in un covi di vampiri, in particolare Coselle del clan dei vampiri di Parigi. Fu subito portata alla festa lanciata dal leader del clan, Marcel Saint Cloud dove, per coincidenza, si trovava anche Magnus. Incapace di convincere i vampiri a lasciare andare la regina, dovette improvvisare e ricorrere agli inganni per scappare con la regina. Con una mongolfiera, scappò con la regina e si incontrò con il Conte.


Errore nella funzione Cite: Sono presenti dei marcatori <ref> ma non è stato trovato alcun marcatore <references/>